Nomina revisore Srl

nomina-revisore-srl

La scelta dell’organo di controllo e i compiti che deve assumere

La nomina revisore Srl sarà la principale novità a cui le Srl dovranno adeguarsi a seguito dell’approvazione della nuova legge.

Il decreto legislativo 14 del 2019, infatti, ha come principale conseguenza proprio la nomina revisore Srl, che possa aiutare le imprese nella gestione e nella rilevazione delle potenziali crisi.

Non a caso il testo viene anche definito Nuovo codice della crisi d’impresa, ed è attuazione di una legge, la 155 del 2017, con la quale il Parlamento chiedeva al governo di trovare una soluzione per la problematica delle piccole imprese.

Quali sono i limiti?

La legge prevede proprio l’obbligo di nomina revisore Srl per le imprese che superano determinati limiti.

Questi si possono riassumere brevemente in:

  • 4 milioni di euro di ricavi di vendite e prestazioni;
  • 4 milioni di euro di attivo di stato patrimoniale;
  • 20 dipendenti occupati in media.

Chiamaci al 039 5780253
o scrivici, ti risponderemo subito


Trattamento dati ai sensi del Regolamento Europeo 2016/679 - Privacy

Cosa succede con la nomina revisore Srl?

Si procede, appunto, alla nomina di un organo di controllo, che può essere un revisore indipendente (una persona fisica) o una società di revisione.

Questi dovrà innanzitutto avere una panoramica dell’azienda, dopodiché potrà dedicarsi a monitorare e rilevare i segnali di una possibile crisi d’impresa. Il revisore può trasmettere le sue segnalazioni all’amministrazione, che avrà un certo periodo di tempo per effettuare delle azioni. Se ciò non avvenisse, il revisore può procedere a un’ulteriore segnalazione, questa volta esterna, nei confronti dell’OCRI, che è l’organismo di composizione della crisi d’impresa.

Nomina revisore Srl

La nomina revisore Srl è sicuramente un momento di fondamentale importanza: l’impresa sta infatti scegliendo una guida a cui affidarsi nella gestione della propria impresa, in particolare riguardo alle situazioni di rilevazione della crisi.

Il revisore, che come abbiamo detto può essere una persona fisica o una società, deve possedere una comprovata esperienza in materia contabile (requisito soggettivo) e deve inoltre essere iscritto al Registro del Revisori Contabili, istituito dallo stesso Ministero dell’economia e delle finanze (requisito oggettivo).

Infine, la nomina revisore Srl non può ricadere su un professionista/società che intrattenga già rapporti di natura personale o professionale con l’impresa (come ad esempio il commercialista).

In questo modo si assicura imparzialità nelle valutazioni e nelle decisioni del revisore.

La decorrenza della nomina revisore Srl è di diciotto mesi dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ma alcuni articoli hanno una validità quasi immediata.