Quali sono le società obbligate alla revisione legale dei contiLe società dovranno adeguarsi alla normativa

quali-sono-le-societa-obbligate-alla-revisione-legale-dei-conti

Quali sono le società obbligate alla revisione legale dei conti e cosa devono fare

Le società obbligate alla revisione legale dei conti avranno parecchio da fare nei prossimi mesi: dovranno infatti adeguarsi alla normativa che prevede l’introduzione dell’obbligo di nomina di un revisore legale.

La normativa è il decreto legislativo n.14 del 2019, attuazione della legge n.155 del 2017. La legge era stata emanata dal Parlamento per spingere il Governo a emanare delle misure in favore delle piccole e medie imprese, che sempre più spesso si ritrovano in situazioni di crisi aziendale.

Proprio per limitare questo fenomeno, si è pensato di estendere a queste imprese un obbligo già esistente per le grandi società, che sembrano effettivamente risentire meno del fenomeno. Le multinazionali, infatti, sono naturalmente dotate di un intero reparto di controllo di gestione e sono in ogni caso tenute alla redazione del bilancio consolidato e alla revisione contabile. Questo si traduce in un controllo più serrato sull’andamento aziendale, facendo sì che si possa correre ai ripari in tempo.

Le pmi non avevano, fino a oggi, questo tipo di controllo. Poiché però non hanno le risorse per dotarsi di un team di controllo di gestione, si è pensato di introdurre la figura dell’organo di controllo, e in particolare di un revisore unico. Questo può essere un consulente indipendente o una società di revisione, a discrezione dell’azienda.

Chiamaci al 039 5780253
o scrivici, ti risponderemo subito


Trattamento dati ai sensi del Regolamento Europeo 2016/679 - Privacy

Le soglie

Si tratta delle società di capitali che, per due anni di esercizio consecutivi, abbiano:

  • Ricavi superiori a 4 milioni di euro;
  • Attivo allo stato patrimoniale superiore a 4 milioni di euro;
  • Più di 20 dipendenti occupati.

Le società obbligate alla revisione legale potranno scegliere liberamente il revisore, a patto che questi sia iscritto al Registro dei Revisori Legali e abbia esperienza in materia. Inoltre, il revisore non deve intrattenere alcun tipo di rapporto, di natura affaristica o personale, diretto o indiretto, con la società da revisionare.

In passato, le società obbligate alla revisione legale erano in numero certamente inferiore, questo perché le soglie, poste dall’articolo 2477 del Codice Civile, erano le seguenti:

  • 4,4 milioni di euro all’attivo patrimoniale
  • 8,8 milioni di euro di ricavi
  • Più di 50 dipendenti occupati.

L’organo di controllo così nominato avrà il compito di analizzare le società obbligate alla revisione legale, identificando potenziali segnali di pericolo e riportandoli all’organo amministrativo. Se ciò non dovesse bastare, può inoltrare una seconda segnalazione all’Organismo di Composizione delle Crisi d’Impresa, una commissione appositamente costituita per ogni settore di attività.

Richiedi una consulenza