Revisore unico Srl

revisore-unico-srl

L’organo di controllo responsabile della revisione contabile

Il revisore unico Srl è destinato a ricoprire un ruolo di grandissima responsabilità per le imprese.

Nonostante resti un consulente esterno e non faccia parte dell’organigramma aziendale, infatti, è suo il compito di monitorare l’andamento e verificare che non ci siano rischi che facciano presagire una crisi d’impresa.

Il revisore unico Srl è una delle alternative a disposizione delle imprese per la scelta dell’organo di controllo. Il decreto legislativo 14 del 2019 ha infatti lasciato alle singole imprese la libertà di decidere l’organo di controllo e la sua tipologia, ovviamente ad alcune condizioni.

Il decreto aveva il compito di attuare la legge 155 del 2017, con la quale il Parlamento aveva chiesto al Governo di emanare una legge in grado di aiutare le piccole imprese. Lo sforzo si è quindi concentrato sul tentativo di limitare le crisi aziendali attraverso un sistema di controllo.

Dato che il sistema della revisione contabile è sembrato funzionare per le società già soggette a questo obbligo, si è pensato di estenderlo anche ad altre imprese, come le Srl.

Chiamaci al 039 5780253
o scrivici, ti risponderemo subito


Trattamento dati ai sensi del Regolamento Europeo 2016/679 - Privacy

Chi è il revisore unico Srl

L’impresa può procedere alla nomina revisore unico Srl scegliendo se ricorrere a un consulente indipendente, e quindi una persona fisica, o una società di revisione.

Può, inoltre, scegliere liberamente il revisore unico Srl a patto che questi sia iscritto al Registro Unico dei Revisori Legali, istituito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, e che questi possieda una solida esperienza in materia.

Inoltre, il revisore non può aver intrattenuto in precedenza rapporti di natura affaristica o personale con l’impresa oggetto di revisione.

L’organo di controllo così istituito dovrà procedere a un’analisi dell’azienda, in modo da poter operare con tutti gli elementi necessari a disposizione. A quel punto potrà cominciare a svolgere il suo lavoro di revisione, identificando tutto quanto possa provocare delle crisi aziendali.

Il revisore unico Srl procederà con una segnalazione all’amministrazione interna, che avrà un certo periodo di tempo per compiere delle azioni al riguardo. Scaduto questo tempo potrà procedere con una seconda segnalazione, questa volta all’OCRI, l’Organismo di Composizione delle Crisi d’impresa. Le segnalazioni dovranno basarsi su indici che saranno creati dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti.

Il revisore unico Srl dovrà inoltre stilare dei report periodici sul suo operato.

Se l’impresa non procede alla nomina del revisore entro il termine previsto, il Tribunale competente procederà con una nomina d’ufficio.